Progettare la sicurezza di una copertura

Nel precedente appuntamento si è introdotta la figura del Fabbricante di dispositivi di ancoraggio contro le cadute dall’alto. L’obiettivo che con questi post ci prefiggiamo di raggiungere è quello di far capire la differenza che intercorre fra i vari competitors presenti sul mercato. Non tutti si comportano allo stesso modo, molti sfruttano l’ignoranza del settore per agire per proprio tornaconto. La cartina di tornasole per scoprire simili atteggiamenti la si può ricercare nella documentazione che è messa a disposizione dell’utente.linea-vita

A tal fine è utile fare una breve divagazione su cosa significa progettare la sicurezza di una copertura. Per molte persone si tratta semplicemente di “mettere dei pallini su di un foglio (molte volte neanche di carta) su cui è rappresentata, nei modi più svariati una copertura di un generico edificio. Purtroppo le cose non stanno così. Progettare la sicurezza di una copertura significa analizzare compiutamente nel contesto del luogo d’intervento la sicurezza delle persone che in futuro vi andranno ad operare a qualsiasi titolo. Questa attività richiede conoscenze e sensibilità progettuali che non si improvvisano ma si acquisiscono nel tempo con anni di esperienza. Progettare la sicurezza di una copertura significa avere conoscenza di analisi e valutazione del rischio, di ergonomia del lavoro, di dispositivi e sistemi di collegamento e di ancoraggio anticaduta, ecc…

I dati che un Fabbricante deve mettere a disposizione dell’utente sono dati necessari all’impostazione di una corretta progettazione; come è pensabile affrontare la messa in sicurezza di un tetto ad esempio prevedendo l’impiego di una linea flessibile orizzontale, caratterizzata da specifici parametri ( deformazione in caso di caduta, sforzo massimo indotto agli ancoraggi, numero di utenti, geometrie ammesse, ecc… ) se questi dati in molti casi non sono messi a disposizione oppure sono così fuorvianti da risultare inattendibili?

Ogni Fabbricante che affronta il proprio lavoro in modo serio, consapevole del proprio ruolo, deve mettere a disposizione dell’utente tutte le informazioni necessarie a permettere una corretta e consapevole progettazione e non a trattare questi dati come dati sensibili della propria attività ovvero arrivare perfino a dire che trattasi di dati sensibili inerenti il proprio know-how!

Nel prossimo appuntamento l’elenco dei dati e documenti che il Fabbricante deve mettere a disposizione.

REGO safety system innovations