Produttore di dispositivi di ancoraggio

 

Quali informazioni deve dare?

La progettazione della sicurezza di un tetto nei confronti del pericolo di caduta dall’alto richiede oltre che esperienza dal lato di chi si approccia a farla anche la messa a disposizione di dati tecnici da parte delle varie aziende produttrici di dispositivi di ancoraggio. Ma quali sono i dati tecnici che una azienda produttrice di dispositivi di ancoraggio deve mettere a disposizione di tutti gli operatori del settore? Dipende dal tipo di dispositivo di ancoraggio che decidiamo di impiegare e dall’uso che ne vogliamo fare.

Produttore-di-dispositivi-di-ancoraggioSegreto aziendale o informazione libera?

Molte volte, alla richiesta di dati ineluttabilmente dovuti e necessari, varie aziende produttrici si sono difese rispondendo che le informazioni richieste non potevano essere date perché costituivano il proprio know-how di base che non poteva ovviamente essere pubblicizzato. Niente di più falso. I dati richiesti sono informazioni fondamentali per la corretta progettazione di un sistema di sicurezza contro le cadute dall’alto costituito da uno o più dispositivi di ancoraggio comunque configurati.

Numero operatori, forza di arresto, freccia linea vita

Prima della pubblicazione della revisione della norma UNI 795 e poi anche della UNI 11578, i dati richiesti, quando forniti, erano nella maggior parte dei casi valori fuorvianti, riconducibili più che altro a richiamare un’attenzione commerciale particolare sul prodotto piuttosto che l’effettiva prestazione tecnica del dispositivo. A titolo di esempio valga il numero di operatori massimo dichiarato agganciato contemporaneamente alle “linee vita”: il alcuni casi si arrivava ad avere dispositivi a cui potevano essere agganciati anche 6 operatori, praticamente una famiglia! Ciò era possibile perché questa asserzione non era frutto di prove specifiche, come di fatto oggi sia la UNI 795 e la UNI 11578 richiedono, ma della spavalderia commerciale del produttore.  Per qualsiasi tipo di dispositivo di ancoraggio, indipendentemente classificato rispetto alla UNI EN 795 o UNI 11578, il numero massimo di utilizzatori contemporaneamente agganciati al dispositivo, la forza di arresto di un sistema puntuale o lineare, la deflessione massima di una “linea vita” sono dati che possono essere dati solo dopo aver eseguito test conformi a suddette norme. Questi valori come altri, i produttori che svolgono il proprio lavoro con onestà e serietà, sono rilasciati liberamente, senza nessun costo e generalmente validati da un organismo terzo. Quest’ultimo aspetto è di primaria importanza in quanto libera il campo da valori tecnici che esprimono più una volontà commerciale piuttosto che una prestazione tecnica del dispositivo di ancoraggio.