Cosa è una linea vita

Cosa è una linea vita o Dispositivo flessibile orizzontale

Col termine linea vita, nel linguaggio comune, si è venuto nel tempo a coniare un riferimento terminologico riferito all’installazione di dispositivi di ancoraggio flessibili di tipo C ai sensi delle norme tecniche ( UNI EN 795:2012, UNI CEN/TS 16415:2013 e UNI 11578.2015 ) che ne regolamentano la progettazione e commercializzazione. Con la parola “linea” si fa riferimento alla tipologia di dispositivo di ancoraggio ovvero un cavo flessibile disposto orizzontalmente mentre col termine “vita” il riferimento è volto alla finalità di questi prodotti ovvero di salvare la  vita delle persone che ne fanno uso.

Dispositivo di ancoraggio di tipo C

 Facendo ricorso alla terminologia tecnica, l’espressione giusta per descrivere una linea vita è quella di dispositivo di ancoraggio flessibile orizzontale di tipo C secondo la specifica norma tecnica UNI di riferimento. Sia che si faccia riferimento alla nota UNI EN 795 o alla più recente UNI 11578, di solo stampo italiano, una “linea vita” o meglio  un dispositivo di ancoraggio flessibile orizzontale di tipo C è composto, generalmente, da almeno due supporti di estremità, comunque configurati, un cavo, normalmente metallico, di collegamento fra i due supporti, un elemento di tensionamento ed uno di smorzamento degli effetti impulsivi di una caduta.

 

Come funziona una linea vita

 La linea vita è il dispositivo di ancoraggio per tetti maggiormente impiegato nella progettazione di messa in sicurezza di  una copertura in quanto consente un’ampia libertà di azione e di movimento. L’operatore agganciato ad una linea vita, attraverso un opportuno dispositivo di collegamento, è protetto da una eventuale accidentale caduta in quanto la linea flessibile raggiunta la sua massima deformazione esercita un’azione di richiamo che tende a smorzare gli effetti dell’evento. La presenza di un elemento di assorbimento dell’energia impulsiva, che si genera in occasione di una caduta, è di fondamentale importanza, in quanto permette di attenuare lo sforzo risultante che arriva ai supporti di estremità, limitandolo a valori compatibili con l’esecuzione di un normale fissaggio strutturale. In commercio esistono svariate tipologie di linee vita. In un prossimo post analizzeremo nel dettaglio i pregi e difetti dei vari componenti, elencando le caratteristiche salienti di ognuno.