Bando Inail ISI 2015

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INVESTIMENTI IN SICUREZZA SUL LAVORO

Si informa l’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per “progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura.
La NOVITA’ più rilevante del bando ISI 2015 è rappresentata dall’introduzione di uno specifico asse di finanziamento dedicato ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, come la SOSTITUZIONE DI COPERTURE IN AMIANTO DI EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITA’ PRODUTTIVE e/o COMMERCIALI.

 

Con il bando Isi 2015 sono resi disponibili euro 276.269.986,00. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro ed un minimo di 5.000,00 euro, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto, ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea). Per i progetti che comportano un finanziamento superiore ai € 30.000 , sarà possibile richiedere un anticipo del 50% dell’importo del contributo.

Per la regione Toscana sono stati stanziati circa 20 milioni di euro, mentre per la regione Liguria sono stati stanziati circa 7.5 milioni di euro. Sono finanziabili, ESCLUSIVAMENTE LE SPESE SUCCESSIVE AL 5 MAGGIO 2016. Il progetto di investimento, che può comprendere molteplici voci di spesa, deve essere riconducibile esclusivamente all’ottenimento di un unico obiettivo (riduzione/eliminazione) individuato tra le seguenti cause di infortunio e fattori di rischio:

  • Agenti chimici “molto tossici”
  • Agenti “cancerogeni”, “mutageni”, “teratogeni” (amianto escluso)
  • Bonifica amianto (da escludere il mero smaltimento)
  • Spazi confinati – Movimentazione manuale di carichi
  • Movimenti e sforzi ripetuti
  • Posture incongrue
  • Vibrazioni trasmesse al corpo intero o al sistema mano-braccio
  • Rumore, Incendio ed emergenze Rischio Elettrico

 

Prima fase: dal 1° marzo al 5 maggio 2016, le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro di inserire la domanda di contributo con le modalità indicate negli Avvisi regionali.

Seconda fase: dal 12 maggio 2016 le aziende la cui domanda abbia raggiunto, o superato, la soglia minima di ammissibilità potranno accedere al sito per ottenere ed effettuare il download del proprio codice identificativo da utilizzare al momento di inoltro della domanda online nelle date e negli orari di apertura dello sportello informatico.

Terza fase: invio del codice identificativo (click-day)

La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno comunicate sul sito dell’Inail a partire dal 19 maggio 2016.

 

La domanda consiste nella verifica di ammissibilità sul portale INAIL del punteggio assegnato al progetto, secondo una serie di indici attribuiti al progetto.

Una tipologia di punteggio particolarmente favorita, è attribuita al  RISCHIO DI ESPOSIZIONE DA AMIANTO, come appunto la sostituzione delle coperture in amianto.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale Inail, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.

Fonte: Inail

IN COSA POSSIAMO ASSISTERVI

Il DVR presente in azienda diventa lo strumento fondamentale da sottoporre a verifica prima del 5 Maggio 2016. Se la domanda è formalmente corretta ma il DVR presenta una carenza, la domanda non viene accettata.

Assieme a questo aspetto se ne legano altri ugualmente importanti:

  • Valutazione indici amianto;
  • Tipo di amianto;
  • Preventivazione dell’intervento;
  • Perizia;
  • Legittimità edilizia dell’immobile oggetto di intervento;
  • Titoli edilizi adeguati;
  • Dispositivi anticaduta;
  • Piani di Lavoro Amianto e Sicurezza del Cantiere;

Non solo, è altresì fondamentale che l’intervento e la rendicontazione al termine dei lavori siano coerenti con il progetto.

Da qui si comprende come sia fondamentale la correttezza di tutto l’iter, pena la mancata erogazione del CONTRUIBUTO PARI AL 65% DELLA SPESA DELL’INTERVENTO COMPRESO LE SPESE TECNICHE.

 

La nostra Società, assieme al network di progettisti sul territorio nazionale, sono a disposizione per uno studio del progetto a 360° integrando gli aspetti tecnici con la tutta la pratica INAIL, fornendo consulenza specifica alla tua azienda.

Per qualsiasi informazione puoi contattarci presso i nostri uffici, dove troverai a tua disposizione tecnici qualificati.